Sannita

Il radicale (a piede) libero

Occhi a mandorla, faccia come il culo

Lascia un commento

Restando sempre sulla questione Tibet, vorrei farvi leggere questa piccola presentazione di “A Trip to Tibet”, documentario in 50 puntate della CCTV, la compagnia radio-televisiva pubblica cinese, pubblicato su 4 DVD.

Tibet, a land with long-standing history, splendid culture, unsophisticated national style and features and modern civilization, is located in the Southwest of China. It is also called the Roof of the World.

2001 is Tibetan 50th Anniversary of peaceful liberation. To introduce the developments of Tibet in these 50 years to our audience, CCTV began to send reporters to different places in Tibet from May, 2001.

During the next five month, our reporters noted down real stories happened on this snow covered plateau. On August 1st, 2001, “China News” broadcasted this 50 volume serial stories. It’s well received by the audience.

To meet the needs of our audience, we now revise and publish the whole volumes.

Per chi non conoscesse l’inglese, ecco la traduzione in italiano. I grassetti sono miei.

Il Tibet, terra con una storia millenaria ed una cultura splendida, con uno stile e caratteristiche semplici ma moderne, si trova nel sud-ovest della Cina. È anche chiamato “il Tetto del Mondo”.

Nel 2001 si festeggia il 50º Anniversario della pacifica liberazione del Tibet. Per mostrare come si è evoluto il Tibet in questi 50 anni al nostro pubblico, la CCTV ha mandato i suoi reporter in vari punti del Tibet a partire da maggio del 2001.

Nei cinque mesi successivi, i nostri inviati hanno raccolto storie vere accadute sull’innevato altopiano. A partire dal 1º agosto 2001, “China News” ha pubblicato questa serie di 50 storie, molto apprezzata dal pubblico.

Per venire incontro alle richieste del pubblico, ora pubblichiamo l’intera serie rivisitata.

Annunci

Autore: Sannita

Nato nel 1985 a Benevento, laureato triennale a Roma Tre e magistrale alla LUISS in Scienze Politiche, scrive da quando ha 16 anni e mezzo. Dopo anni passati a far gavetta e studiare, è diventato un giornalista pubblicista freelance. Siccome non ama starsene con le mani in mano, nel suo tempo libero è - dal 2006 - utente di Wikipedia in italiano. Dal 5 aprile 2014, è nel direttivo dell'Associazione Wikimedia Italia, prima come segretario (2014-2016) e ora come responsabile progetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...