Sannita

Il radicale (a piede) libero

Balcanicamente parlando

Lascia un commento

Avviso: Il post è stato modificato rispetto alla sua pubblicazione originale.

* * *

Premesso che:
1) non sono un tipo che ha in Putin il suo punto di riferimento, anzi parafrasando indegnamente Virgilio “Timeo Sarmates et dona ferentes”;
2) sulla Serbia il mio punto di vista è migliorato sensibilmente da quando quel macellaio nazionalista/socialista di Miloševic è stato deposto, e ancor di più da quando ha stirato le zampe;
3) non ho bisogno di ricordare a tutti quanto sia filo-americano;
4) ancor meno ho bisogno di ricordare a tutti quanto visceralmente ami i Balcani – in special modo il Montenegro, ancor di più le montenegrine;
5) sicuramente ricorderete che Churchill diceva che “i Balcani consumano più Storia di quanta ne possano produrre”;
6) è indubbio che sono anni che l’Italia non riesce a produrre una politica estera nei confronti dei Balcani che non sia drammaticamente subordinata a quella della Germania e degli Stati Uniti – che difatti ce magnano in testa;
7) è indubbio che sono anni che l’Italia non riesce a produrre una politica estera, punto;
8) è altrettanto indubbio che la Russia, da un paio d’anni a questa parte, è tornata alla carica, fomentata anche dalle rivoluzioni liberali nelle sue ex-colonie;
9) è chiaramente risaputo da tutti che la colpa del grande ritorno della Russia è nostra, perché l’abbiamo colpevolmente considerata la “periferia del mondo”, dunque incapace di rivestire nuovamente un ruolo di una certa importanza, quando era fin troppo chiaro che non sarebbe mai andata così;
10) è altrettanto chiaramente risaputo che dalli e dalli, se rompono pure li metalli, ovvero non è che Mosca starà lì ferma e zitta in eterno;

tutto ciò premesso, vorrei sommessamente dire che:

a) per la prima volta in vita mia, ritengo una dichiarazione di indipendenza pericolosa per gli assetti dei Balcani;
b) per la prima volta in vita mia, ritengo che Putin – al netto della propaganda – abbia dannatamente ragione;
c) non è la prima volta in vita mia che ritengo che gli USA abbiano fatto una cazzata, ma stavolta l’hanno fatta grossa quasi quanto quella del Vietnam;
d) aspettiamoci in futuro di imparare la dislocazione geografica di posti come Republika Srpska, Vojvodina, Abkhazia, Adjaria, Ossezia e magari altri che non mi sovvengono, ma che trovate nei Balcani e nel Caucaso, perchè saranno i prossimi terreni di scontro;
e) non aspettiamoci per nessun motivo al mondo nulla di buono provenire da quei terreni di scontro.

Annunci

Autore: Sannita

Nato nel 1985 a Benevento, laureato triennale a Roma Tre e magistrale alla LUISS in Scienze Politiche, scrive da quando ha 16 anni e mezzo. Dopo anni passati a far gavetta e studiare, è diventato un giornalista pubblicista freelance. Siccome non ama starsene con le mani in mano, nel suo tempo libero è - dal 2006 - utente di Wikipedia in italiano. Dal 5 aprile 2014, è nel direttivo dell'Associazione Wikimedia Italia, prima come segretario (2014-2016) e ora come responsabile progetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...