Sannita

Il radicale (a piede) libero


Lascia un commento

VI Summit etilico

Avviso: Il post è stato modificato rispetto alla sua pubblicazione originale.

* * *

M: Qual è il primo [vino, ndr]?

E: Eh, ma qua si rivoluziona tutto… A parte che poi non mi ricordo più nulla.

M: Eh, ma allora lei è un coglione, scusi!

* * *

[Io cerco di aprire la bottiglia con il percussore anale cavatappi di A., col risultato di farmi da solo un buco in una mano.]

Io: Cazzo che buco!

C: Con rispetto parlando.

* * *

Io: Francesco Caruso è uscito dal mio stesso liceo. Quando all’epoca, il centro sociale di Benevento era la filiale del liceo classico. Quando studiavo io, invece, era diventato il contrario.

* * *

E: Torta segreta! Segreta come la verginità di una pornostar.

* * *

C: Ci hai messo… besciamella… mozzarella…

E: Barra di uranio. Intera.

* * *

Amica di M: Le terribili zanzare di Fontenuova…

Amico di M: Eh, infatti. Prima, sopra E., ho visto volare la pattuglia acrobatica.

* * *

[Le suddette zanzare hanno punto E. sul braccio.]

G: Smetti di toccartelo, per favore…

Io: Con rispetto parlando.

* * *

Amico di M: [rivolgendosi a E.] Guarda, la zanzara tua l’ho vista prima in controluce. Sta ancora a ride.

* * *

[A. si alza e porta via il portacenere, ignorando che altri stavano fumando…]

M: Eh, ma essere utili è una vocazione…

* * *

C: No, è il “momento pucci-pucci” di M. e A.

Amico di M: Ti prego, continuiamo a parlare. Non voglio sapere.

* * *

[E. arriva a mettersi del ghiaccio sulla puntura, laddove altri continuano a scrivere con un buco in una mano…]

Amico di M: Ma il polmone d’acciaio?

E: No, m’hanno intubato.

Io: Non voglio sapere dove…

E: Eh, infatti. Non m’hanno intubato in maniera classica…

* * *

[E. ride come un imbecille]

G: Amore, quanto sei sexy quando ridi…

* * *

E: G. è esperta a fare i caffè “quasar”: piccoli, concentratissimi…

* * *

A: Leggi il labiale: “bella”.

M: Leggi il labiale: “grusu”.

* * *

Io: C’hai presente lo spot di Happy Hippo, che l’hanno rifatto in napoletano?

M: Occristo!

* * *

Io: Povero [noto esponente radicale].

M: Eh, povero! Si guarda ogni giorno allo specchio…

Io: Per farsi passare il singhiozzo?

* * *

A: Ehi, ragazzi, occhio alle spine!

C: Non c’è pesce senza spine…

Io: Con rispetto parlando.

* * *

G: Amore, io non lo so come mi hai conquistato, eh?

[Neanche noi.]

* * *

E: [rivolto ad A.] Hai una pipa? Anche la tua va benissimo.

C: Ma insomma, che proposte!

E: Ho detto pipa, non pippa!

* * *

C: Il cantante dei Tokio Hotel, quello che hai i capelli così, no… ha avuto un problema alle corde vocali e ha la voce da donna, ma è un uomo.

E: Ah, è un eunuco.

* * *

E: Ma come fai a capire se una tartaruga è maschio o femmina?

Amico di M: Gli infili una cosa nel culo e vedi che faccia fa.

E: Eh, ma Turtle è maschio. Gliel’ammolla pure!