Sannita

Il radicale (a piede) libero


Lascia un commento

Eurovision Song Contest 2012 – Semifinale #2

Siccome questo è il mio blog e ci faccio un po’ quel cacchio che mi pare, beccatevi le mie impressioni sulle canzoni dell’Eurovision Song Contest 2012.

Serbia, voto 7: Canzone d’amore in serbo, non si capisce granché, ma trasmette emozione.

Rep. di Macedonia, voto 6,5: Voce molto bella, manco qua se capisce granché, ma anche questa trasmette emozioni.

Paesi Bassi, voto 6: Non eccezionale, ma carina. Diciamo che va ben oltre la media della prima semifinale.

Malta, voto 3: Orripilante, classico pezzo dance che poi alla fine passa perché il televoto si conferma essere il Male.

Bielorussia, voto 3: Meglio rispetto all’anno scorso, per carità, ma vale quanto detto per Malta.

Portogallo, voto 7: Bel pezzo in portoghese (che a dire il vero sembra un’altra lingua, ma vabbè). Merita di passare.

Ucraina, voto 2: Inascoltabile, peggio di Malta e Bielorussia messe assieme.

Bulgaria, voto 2: Tale e quale all’Ucraina, anzi un pelo peggio se possibile. Sarei tentato di mettere 1 direttamente.

Slovenia, voto 5,5: Pezzo in lingua, carino e ascoltabile. Bella voce. Niente di che, ma sempre meglio delle ultime due.

Croazia, voto 5,5: Ok, quest’anno la ex-Jugo punta molto sulla lingua madre. Vale più o meno quanto detto per la Slovenia.

Svezia, voto 3: Vale esattamente il discorso di Malta. Mi sarei anche stufato di questi pezzi dance.

Georgia, voto 6: Ritmo niente male, anche se la canzone non è questo granché. Meglio di quelle che sicuro passeranno.

Turchia, voto 5: Il marinaio solitario convince fino a che non canta. Dopodiché, la canzone perde buona parte della sua bellezza.

Estonia, voto 6: Bel pezzo, pur essendo in lingua. Vale quanto detto per la Serbia.

Slovacchia, voto 5: Pezzo da boyband rock. Molto radiofonico, ma non va oltre quello.

Norvegia, voto 3: Basta con i pezzi da discoteca. BA-STA.

Bosnia-Erzegovina, voto 5,5: Bella voce, canzone niente di che, ma merita di passare.

Lituania, voto 4: Parte che sembra Caruso di Lucio Dalla, arriva che fa schifo al Presidente.

Chi è passato: Serbia, Rep. di Macedonia, Malta, Ucraina, Turchia, Estonia, Norvegia, Bosnia-Erzegovina e Lituania.

Chi avrei fatto passare: Serbia, Rep. di Macedonia, Paesi Bassi, Portogallo, Georgia, Estonia e Bosnia-Erzegovina. Forse Slovenia e Croazia.


Lascia un commento

Eurovision Song Contest 2012 – Semifinale #1

Siccome questo è il mio blog e ci faccio un po’ quel cacchio che mi pare, beccatevi le mie impressioni sulle canzoni dell’Eurovision Song Contest 2012.

Montenegro, voto 8: Un rap talmente orribile da essere troppo divertente. Meriterebbe quasi di passare.

Islanda, voto 5,5: Passo indietro rispetto a un anno fa, ma canzone gradevole. Passeranno di sicuro il turno.

Grecia, voto 4: Troppo dance per i miei gusti, ma la cantante la crisi non l’ha vista sicuro. :Q__

Lettonia, voto 2: Beautiful song? Ma de che? In quale universo? Per carità, per carità!

Albania, voto 5: Passo indietro rispetto all’anno scorso. La voce c’è, potentissima, ma non basta.

Romania, voto 4: Vale bene o male quanto detto per la Grecia, ma questa pompa alla stragrande nelle discoteche truzze.

Svizzera, voto 5: Canzone abbastanza radiofonica per essere confusa con le altre. Buone possibilità di passare.

Belgio, voto 3: Canzoncina da quattro soldi cantata dalla ragazzina quasi-maggiorenne. Meh.

Finlandia, voto 5: Il finlandese non lo so e quindi non mi esprimo, però… boh. Lei caruccia, ma non basta.

Israele, voto 6: In mezzo a tutto questo, è una delle meno peggio che c’è. Anzi, direi quasi gradevole.

San Marino, voto 3: Una canzone su Facebook, cioè sui social network, che Big F non si può nominare… Ergh.

Cipro, voto 3: Vedi quanto detto per la Grecia.

Danimarca, voto 5: Niente di che, come canzone. Gruppetto più degno di cantare intorno al fuoco.

Russia, voto 7: Cioè, le vecchiette udmurte che si mettono a fare “Everybody dance, come on and boom boom”! ROTFL

Ungheria, voto 4: Deludenti, forse la sensazione è ancora più amplificata dalla STRAORDINARIA performance russa.

Austria, voto 4: La dance truzza in lingua tedesca IS BACK. Punto.

Moldavia, voto 6: Mi hanno convinto, anche perché perlomeno si distaccano dalla ondata dance commercialissima.

Irlanda, voto 2: Siccome sono gli stessi dell’anno scorso e siccome fanno schifo anche quest’anno…

Chi è passato: Romania, Moldavia, Islanda, Ungheria, Danimarca, Albania, Cipro, Grecia, Russia, Irlanda.

Chi avrei fatto passare: Montenegro e Russia perché sono stati semplicemente geniali. Islanda, Israele e Moldavia sono i migliori stilisticamente. Forse l’Albania per la voce.


Lascia un commento

Eurovision Song Contest 2011 – Semifinale #2

Siccome questo è il mio blog e ci faccio un po’ quel cacchio che mi pare, beccatevi le mie impressioni sulle canzoni dell’Eurovision Song Contest 2011.

Bosnia Erzegovina, voto 5: Lo stile è tipico bosniaco, ma la canzone non trascina affatto.

Austria, voto 6,5: Voce fantastica, praticamente l’unico motivo per cui mi è piaciuta una canzone non eccezionale.

Paesi Bassi, voto 3: Pezzo pop già sentito, già passato in radio, già trito e ritrito… devo continuare?

Belgio, voto 5: Sestetto a cappella non male, ma c’è qualcosa che non mi convince, anzi che manca.

Slovacchia, voto 4: Duo di spettacolare bellezza (e quindi un voto in più), ma la canzone è la classica robaccia pop.

Ucraina, voto 5: Canzone niente di che, la tipa ucraina ha copiato un gruppo italiano: l’artista con la sabbia è loro!

Moldavia, voto 4: Diciamo che l’intero giudizio si può riassumere in “acchiappate a questi”.

Svezia, voto 2: No, non posso commentare, non posso davvero.

Cipro, voto 5: Finalmente una canzone completamente in lingua, d’amore ovviamente, niente di che ovviamente.

Bulgaria, voto 6: Altro pezzo in lingua, nulla di speciale, ma decisamente meglio di quello che ho sentito finora.

Rep. di Macedonia, voto 4,5: Sì, ok, balletto e canzone ci provano, ma il tutto arranchia (cit.), e di brutto.

Israele, voto 5: Tutto sommato, il pezzo è più dance pop che dance, ma non è nemmeno questo niente di speciale.

Slovenia, voto 5: Ancora una volta, lei è più o meno ok, così come il pezzo, ma sempre qualità scarsina.

Romania, voto 6: Pezzo pop molto occidentale, ma in questo deserto di note è qualcosa di passabile.

Estonia, voto 5: Gruppo dance pop, senza una gran voce, ma tutto sommato se possono salvà stasera.

Bielorussia, voto 4: Gnocca come poche, va detto, ma con quella poca voce, che te canti l’amore per il tuo Paese?

Lettonia, voto 4: Altro pezzo già sentito, ritmo già ascoltato, sempre e comunque la solita sbobba.

Danimarca, voto 5: Non ne posso più di ripetere sempre le stesse cose, quindi fate finta che l’abbia fatto.

Irlanda, voto 3: Il cielo mi fulmini se mai dovessi dire bene di questo schifo – ma non avverrà mai.

Chi è passato: Bosnia-Erzegovina, Austria, Ucraina, Moldavia, Svezia, Slovenia, Romania, Estonia, Danimarca, Irlanda.

Chi avrei fatto passare: Austria, Bulgaria, Romania, tutto sommato anche Ucraina e Bosnia-Erzegovina. Onestamente non me la sento di indicarne altre. Non stasera.


Lascia un commento

Eurovision Song Contest 2011 – Semifinale #1

Siccome questo è il mio blog e ci faccio un po’ quel cacchio che mi pare, beccatevi le mie impressioni sulle canzoni dell’Eurovision Song Contest 2011.

Polonia, voto 2: Insopportabile, loro sono delle Lollipop polacche e ho detto tutto.

Norvegia, voto 2: Cantante senza voce, ‘ste robbe africane hanno stufato, ho staccato dopo un minuto.

Albania, voto 7: Bel pezzo, bella voce, meritava davvero di passare, è la vera ingiustizia della semifinale.

Armenia, voto 4: Lei è una gnocca da paura, ma oggettivamente il pezzo è ‘na robba, signora mia…

Turchia, voto 4: I primi cinque secondi fanno ben sperare, dopodiché si scatena l’orrore pop.

Serbia, voto 6,5: Il pezzo non è male, ritmo coinvolgente, tutto sommato ci sta dentro.

Russia, voto 4: Canzone e cantante per ragazzine, è andato in finale perché è russo.

Svizzera, voto 6,5: Canzone carina, nulla di speciale ma molto radiofonica, forse meglio della media che passa.

Georgia, voto 6: Voce potentissima, lei è una gnocca da paura, ma il pezzo arranchia (cit.).

Finlandia, voto 4: Pezzo alla James Blunt de noantri, la voce sembra essersi presa una vacanza.

Malta, voto 3: Classico pezzo pop, tipo quello russo, solo che il cantante è maltese e quindi non se lo fila nessuno.

San Marino, voto 5: Un po’ sotto la sufficienza, forse forse l’eliminazione è ingiusta, c’era di peggio.

Croazia, voto 3: Pezzo dance, cantante senza voce, l’unica cosa figa era lo spettacolo alla Brachetti.

Islanda, voto 6,5: Canzone pop di quelle insidiose, l’orecchiabilità ti conquista poco a poco.

Ungheria, voto 5: Canzone radiofonica, ma si inserisce nella fascia medio-bassa, forse non doveva passare.

Portogallo, voto 6: Il pezzo fa oggettivamente schifo, però loro sono troppo forti, e poi c’era davvero di peggio.

Lituania, voto 6: Canzone molto romantica, ma la tipa la voce ce l’ha e lo dimostra pienamente.

Azerbaigian, voto 5: Canzone nulla di speciale, solito duetto che fa sognare i teenager.

Grecia, voto 4,5: Mezzo voto in più giusto perché ho amici greci, ma ‘sta roba è difficile da chiamare musica.

Chi è passato: Serbia, Russia, Svizzera, Georgia, Finlandia, Islanda, Ungheria, Lituania, Azerbaigian, Grecia.

Chi avrei fatto passare: Albania, Serbia, Svizzera, Georgia, Islanda, Portogallo, Lituania, Ungheria, Azerbaigian, San Marino (queste ultime tre proprio perché costretto).